1. Premessa
Ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. n. 196/2003 – “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito denominato “Codice”), Naturopatia Blog è tenuto a fornirle informazioni in merito all’utilizzo dei suoi dati personali.

2. Fonte dei dati personali
La raccolta dei suoi dati personali viene effettuata registrando i dati da lei stesso forniti, in qualità di interessato, al momento della registrazione a Naturopatia Blog.

3. Finalità del trattamento
I dati personali sono trattati per le seguenti finalità:
1. Contatto, se richiesto, ai recapiti rilasciati.
2. Invio di newsletter del blog, se richiesto.

4. Modalità di trattamento dei dati
In relazione alle finalità descritte, il trattamento dei dati personali avviene mediante strumenti manuali, informatici e telematici con logiche strettamente correlate alle finalità sopra evidenziate e, comunque, in modo da garantire la sicurezza e la riservatezza dei dati stessi.
Adempiute le finalità prefissate, i dati verranno cancellati o trasformati in forma anonima.

5. Categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di Responsabili o Incaricati
I suoi dati personali potranno essere conosciuti esclusivamente dagli amministratori e moderatori del blog. Esclusivamente per le finalità previste al paragrafo 3 (Finalità del trattamento), e nessuna azienda terza verrà a conoscenza dei dati personali.

6. Diritti dell’Interessato
La informiamo, infine, che la normativa in materia di protezione dei dati personali conferisce agli Interessati la possibilità di esercitare specifici diritti, in base a quanto indicato all’art. 7 del “Codice” che qui si riporta:
1. L’interessato ha diritto di ottenere la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.
2. L’interessato ha diritto di ottenere l’indicazione:

  1. dell’origine dei dati personali;
  2. delle finalità e modalità del trattamento;
  3. della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici;
  4. degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato
  5. dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

3. L’interessato ha diritto di ottenere:

  1. l’aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l’integrazione dei dati;
  2. la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
  3. l’attestazione che le operazioni di cui alle lettere a. e b. sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato
  4. ’interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:

1. per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;
2. al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

19 pensieri su “Privacy

  • 17 marzo 2013 alle 05:01
    Permalink

    Spettabile Naturopatia Blog, sono il titolare di Fiori&Fate un’ azienda di cosmesi bio rigorosamente vegetale, la quale propone, oltre alla gamma tradizionale, creme viso e corpo personalizzate ad hoc in funzione di un preciso test di biorisonanza. Essendo in procinto di aprire anche il primo negozio a tema sito in Trescore Balneario (BG) sono alla ricerca di una naturopata seria la quale fosse interessata a collaborare a qualunque livello. Potete essermi di supporto? Grazie e congratulazioni per il vostro blog.

    Rispondi
    • 17 marzo 2013 alle 17:16
      Permalink

      La contatto via email per parlarne in privato

      Rispondi
      • 9 settembre 2015 alle 06:21
        Permalink

        Gentilmente potrebbe indicarmi uno Studio Naturopatico in Milano che segua l’approccio terapeutico che ha indicato nel suo blog? Ringrazio e saluto cordialmente Amalita R.

        Rispondi
  • 14 giugno 2013 alle 21:50
    Permalink

    Salve! la disturbo per un problema legato al mio colesterolo alto, il primo giugno ’13 a seguito di una donazione di sangue mi hanno riscontrato un valore di colesterolo totale di 297 e trigliceridi 220. Premesso che le mie ultime analisi (vecchie di un anno e mezzo)riportavano colesterolo introrno ai 240 e i trigliceridi nella norma (come sempre) mi sono recato dal mio medico di base per un consulto e senze nemmeno ricevermi mi ha prescritto una cura di 28 GG con statine da 40mg ( ancora non le ho prese).Vorrei chiederLe un consiglio sul da fare, ho 45 anni alto 180 cm peso 78,5 KG faccio attività fisica minimo 3 volte a settimana (corsa) per minimo 45 minuti la mia pressione e 120/70 non fumo e sto attento, almeno credo, ai cibi grassi, ho alternative alle statine visto i disturbi che possono causare?
    La ringrazio anticipatamente
    PS
    Il mio medico di base in 20 anni mi ha visto non più di quattro volte

    Rispondi
  • 21 gennaio 2014 alle 16:28
    Permalink

    Buongiorno
    Soffro di allergie da ormai due anni. Sono sempre stata un soggetto allergico ma da due anni a ora il mio corpo sta avendo reazioni pazzesche. Continuo a gonfiarmi, il mio viso ha cambiato totalmente sembianze.
    Cosa posso fare?

    Rispondi
  • 24 febbraio 2014 alle 17:25
    Permalink

    buona sera dottoressa , mi hanno parlato di un complemento nutrizionale sequenziale di nome potential che ha diverse funzioni , dalla disintossicazione alla memoria ..etc…. potrebbe dirmi cosa ne pensa se qualche suo paziente lo usa e con quali benefici ??

    grazie

    Rispondi
  • 18 marzo 2014 alle 02:49
    Permalink

    Ciao naturopata!
    Ho trovato il tuo blog molto interessante e volevo quindi iscrivermi alla newsletter, ma mi dice che il mio indirizzo mail risulta essere errato…. :'(

    Rispondi
  • 25 marzo 2014 alle 13:37
    Permalink

    salve Dottoressa
    Un mio carissimo amico, che ha ricevuto il vostro aiuo,i mi ha indirizzato a voi per il tema della quantistica, e un certo esame del capello.e vorrei sapere di cosa si trattava per poi vedere di fare un eventuale esame.
    Se potete contattarmi via e-mail le spiego esattamente la mia situazione.
    La ringrazio gia da ora
    cordiali saluti

    Rispondi
    • 27 marzo 2014 alle 13:23
      Permalink

      Carissimo,
      Le ho inviato un’email.
      A presto

      Rispondi
  • 28 marzo 2014 alle 09:46
    Permalink

    Mi hanno da poco diagnosticato il morbo di Basedow pertanto la mia tiroide lavora troppo, adesso mi propongono la solita cura per tutti i malati della stessa patologia cioè il Tapazole, non volendo curarmi con la medicina tradizionale cosa posso utilizzare in alternativa? La farmacista mi ha dato un rimedio omeopatico Lachesis 200ch per lo meno adesso la notte non sudo più ma mi sono rimasti tremori, tachicardia e debolezza muscolare. Penso che la mia alimentazione sia abbastanza varia, ho sostituito al latte la soia, mangio poca carne, e pasta in compenso ho introdotto lenticchie, fagioli e frutta ma forse sbaglio qualcosa.
    grazie

    Rispondi
    • 8 maggio 2014 alle 20:05
      Permalink

      Cara Annalisa, mii scuso per il ritardo della risposta. Ma se un rimedio omeopatico le ha dato un po’ di sollievo, perchè non ha pensato di contattare un bravo omeopata, per vedere se può aiutarla? In ogni caso il Morbo di Basedow significa pertanto disfunzione ghiandolare-ormonale del sistema endocrino, che si manifesta con ipertiroidismo e gozzo pronunciato e tossico, con ipertrofia o allargamento eccessivo (non canceroso) della ghiandola tiroide, che colpisce in notevole prevalenza il sesso femminile.
      La medicina si dichiara impotente e dichiara che le cause sono sconosciute, salvo accampare lo stress e il troppo iodio, nonché i soliti fattori genetici ed ambientali, buoni indifferentemente per tutte le salse.
      Per la scuola tedesca, ben rappresentata dal naturopata cileno Manuel Lezaeta, il gozzo deriva dal tipo di vita innaturale che caratterizza molte donne soprattutto in occidente, per la loro dieta a base di cibi cotti, raffinati, salati e zuccherati, e dunque povera di enzimi, di vitamine e di minerali organicati, ed anche per la poca esposizione al sole e per lo scarso movimento.I rimedi naturali esistono e funzionano.
      Molte persone in ogni parte del pianeta hanno risolto i loro problemi applicando i consigli e le direttive specifiche che seguono.
      Occorre puntare con decisione ad una alimentazione alternativa basata sul crudismo, dando la prevalenza alla frutta, ma senza trascurare le foglie verdi-scure dei cavoli, broccoli, soia, delle lattughe e delle cicorie, del tarassaco e del crescione, dei carciofi e dei cardi, della rucola e del sedano. Senza trascurare patate e patate dolci, nonché rape, bietole e topinambur, essendo tutti i tuberi ricchi di insuline ed inuline vegetali. Mangi con poco iodio, ma soprattutto non trascuri il lato emozionale della sua vita, lo stresspuò essere un fattore scatenante, come per tutte le malattie autoimmuni. potrebbe provare anche con il Reishi, un fungo dalle attività adattogene che è in grado di regolare il sistema immunitario. Mi dia notizie, un abbraccio.

      Rispondi
  • 7 maggio 2014 alle 23:09
    Permalink

    Buonasera,
    Ho 43 anni ho iniziato a fare diete dall eta di 18 anni a 19 in seguito ad un grave lutto sono diventata bulimica senza pero riuscire a vomitare. Poi mi sono curata con antidepressivi e sono poi riuscita a dimagrire con diete equilibrate e attivita fisica.
    Lo scorso anno ho fatto la dukan e ho perso 9 kg, una volta persi mi sn lasciata andare e manguare nirmalmente e nel giro di tre mesi ho ripreso 11 kg!!!!
    Ora sn caduta in depressione nuovamente e sn tornata dallo psichiatra al quale hospiegato che in qusti mesi nonostante palestra camminate corse e dieta rigida non perdo nemmeno un etto!
    Lui mi ha spiegato che quando lorganismo e’ depresso non reagisce normalmente agli stimoli tanto e’ vero che vengono dati gli antidepressivi anche ai malati di cancro e agli infartuati che altrimenti non reagirebbero alle cure! Quindi il suo consiglio e’ quello di mettere a posto la testa poi il fisico. In realta mangio molto poco ma non riesco a sbloccare nulla anzi sono gonfia da sotto al seno al pube sembro incinta! Questo mi provoca enorme disagio e mi fa perfere la voglia di uscire e vedere gente per he oenso che quando qualcuno mi gharda pensi guarda che balena! E ogni mattina quando mi alzo vado in crisi per vestirmi esco di casa e non vedo ora di rientrare per mettere il pigiama e andare a letto, solo li trovo pace!
    Puo darmi qualcosa per aiutarmi a superare questo tunnel???? Un caro saluto. Laura

    Rispondi
    • 8 maggio 2014 alle 19:26
      Permalink

      Cara Laura, Il suo psichiatra ha ragione quando dice che la depressione porta sicuramente uno squilibrio generale dell’organismo. Dal sistema immunitario al sistema endocrino e nervoso. Il problema però è che non sempre solo con gli antidepressivi si risolve, ma lavorare sulla testa significa anche provare a fare una psicoterapia di supporto. C’è anche da dire che le diete tipo la Dukan, come ho scritto in un articolo sul blog, portano poi col tempo ad una sindrome metabolica, per cui quando si riprende a mangiare normalmente si rimettono i chili persi. Io non so cosa intenda lei per mangiare normalmente, ma di fatto dopo una dieta restrittiva bisogna abituare il corpo piano piano, perchè è un organismo deprivato di nutrienti che cerca di accumulare quanto più può. Che posso darle io così a distanza? non esiste la pillola magica, ma solo la volontà e la forza, che deve trovare dentro di lei per uscire da questa depressione. Da quello che mi dice credo che lei non abbia col cibo un rapporto sereno, ma piuttosto conflittuale, e su questo deve lavorare. Si faccia controllare anche i livelli di insulina e i livelli di un enzima che si chiama Amilasi, che serve per assimilare e trasformare correttamente gli amidi e gli zuccheri in energia. Trovi un bravo nutrizionista che le faccia fare un’impedenziometria, per vedere e verificare se c’è una effettiva sindrome metabolica, cioè l’incapacità del suo organismo di bruciare grassi e proteine e utilizzare al meglio gli zuccheri, e che le dia un regime alimentare, non affamante correlato di attività motoria, indispensabile per riaccelerare un metabolismo lento. Sempre se questo è il suo caso. La depressione è come un cane che si morde la coda, è un tunnel da cui si deve sforzare di uscire. Impari a volersi bene, non si vergogni del suo corpo, e pensi che forse questa è una fase della sua vita in cui è venuto il momento di risolvere dei problemi che ancora non ha affrontato. Lei è giovane,faccia tutte le cose giuste da fare. Psicoterapia di supporto, esami di verifica, attività motoria, e un regime alimentare, non una dieta, che vada bene per il suo metabolismo e il suo stile di vita. Si ricordi, ad Auschwitz, nessuno era grasso, e non c’era sindrome metabolica che tenesse. Mi faccia sapere- un abbraccio.

      Rispondi
  • 12 giugno 2014 alle 21:03
    Permalink

    Salve,
    Vi scrivo a seguito dei miei problemi legati alla proctite. Soffro di questo problema da febbraio e da allora uso supposte di mesalazina. Sembra che la situazione sia sotto controllo ma qualche giorno fa ,forse a causa dell’alimentazione non molto adatta e un po di stress , ecco che si ripresenta un po di sanguinamento.
    Ho letto del digiuno però ad essere sincero sono un po timoroso su certi aspetti e perciò vorrei avere qualche delucidazione e sapere per il mio caso cosa prevede la naturopatia. Anche perché ho letto di persone che con anni di farmaci non hanno ottenuto nulla e con rimedi naturali si.

    In attesa di una vostra risposta vi invio i più cordiali saluti.

    Rispondi
  • 7 gennaio 2015 alle 18:40
    Permalink

    Buongiorno…volevo sapere se posso mangiare o assumere in altro modo,il cardo mariano pur prendendo farmaci quali ARIMIDEX e antidolorifici come targin e depalgos….volevo sapere se il cardo mariano può interferire connessi…grazie!

    Rispondi
  • 31 agosto 2015 alle 23:12
    Permalink

    Salve,
    Trovo questa pagina molto chiara ed esaustiva. Vorrei sapere se esistono delle “cure” omeopatiche per tenere sotto controllo l’artrite reumatoide di tipo migrante. Mio padre non soffre da tempo e, dopo una terapia a base di cortisone, è v passato al metotrexate che però è una bomba distruttiva per il sistema immunitario.
    grazie in anticipo

    Rispondi
  • 6 febbraio 2016 alle 18:26
    Permalink

    salve,vorrei sapere se cè un rimedio naturale per controllare o bloccare la silicosi polmonare…grazie in anticipo

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Visit Us On FacebookVisit Us On Twitter