Tutti sanno che la Coca cola fa male ma in pochi sanno veramente il perché. Proviamo ad elencare i motivi per cui sarebbe meglio evitare questa bevanda e tutte le altre bibite gassate e zuccherine. Ecco cosa succede al nostro corpo quando beviamo Coca cola, Fanta, Sprite etc…

coca cola, coca cola fa male, coca cola zuccheri, La pubblicità della coca cola ci dice: “Bevete coca cola, la bevanda della felicità!” Oggi “250 milligrammi in più di felicità nella nuova confezione, etc..” Ma dov’è la felicità nel dare una bella strizzata al pancreas con un incremento di insulina che crea grasso endogeno? E questo è niente: i problemi vengono dopo. Ma andiamo con ordine per spiegare perché la Coca cola fa male alla salute.

La Coca cola contiene zuccheri che non sappiamo metabolizzare

Quando i miei figli erano piccoli, i medici ci dicevano che con la Coca cola si poteva metter rimedio agli attacchi di acetonemia tipica dei bambini: il forte contenuto di zuccheri contenuti nella Coca cola erano in grado di neutralizzare la quantità eccessiva di corpi chetonici che si formavano nell’organismo. Ma un’azione simile può essere prodotta anche da centrifugati di frutta o da tè zuccherato con miele! Da allora sono passati molti anni, i miei figli sono grandi e forse all’epoca ancora non ci si chiedeva quali danni potesse provocare l’ingurgitare grandi quantità di zuccheri tutti in una volta. Senza contare gli altri ingredienti contenuti nella Coca cola.

Cominciamo col dire che il nostro corpo non sa metabolizzare certi zuccheri contenuti nelle bevande zuccherine (non solo nella Coca cola, ma anche nella Fanta, nella Sprite e altre bevande gassate ricche di zuccheri…). Questi non vengono utilizzati come energia, ma vanno ad accumularsi nell’organismo sotto forma di grassi, quelli formati dal fegato dopo la strizzata di insulina del pancreas. Sembra, tra l’altro, che nelle donne aumenti il rischio di cellulite. Negli uomini promuove una modificazione della struttura androide in ginoide (pancetta, aumento delle “maniglie dell’amore”, laterale delle cosce arrotondato).

La Coca cola è una bevanda a ph acido

Questo significa che, non solo che la Coca cola non fa digerire come molti credono, ma va ad interferire con il lavoro della bile (che è alcalina), che serve per alcalinizzare gli alimenti prima dell’assorbimento intestinale. La Coca cola crea un ambiente acido (più se ne beve, più aumenta l’acidità) in opposizione alla basicità necessaria del nostro sangue e del nostro organismo. Un’acidosi continuata crea le condizioni ideali per una condizione di infiammazione minima persistente dell’organismo, e si sa che un’infiammazione cronica è in grado di provocare slatentizzazioni che sfociano nelle malattie più disparate, da sindromi degenerative a problemi cardiovascolari e tumorali.

Quando il nostro organismo si acidifica succede un’altra cosa molto pericolosa: questo cerca di riportare ad un PH accettabile il corpo sottraendo minerali (tutti, compreso il calcio) alle ossa. Pericolo! L’allarme viene dall’Università di Harvard: secondo uno studio della prof.ssa Grace Whyshak chi beve assiduamente Coca cola mette in serio pericolo l’integrità delle proprie ossa. Secondo questo studio, pubblicato sul “Journal of Clinical Practice”, l’uso continuato e smodato di Coca cola può far sorgere una carenza cronica di potassio nel sangue, con sintomi che possono variare dalla stipsi alla stanchezza cronica, dalla debolezza cronica fino alle’estremo della paralisi. È bastato sospendere l’uso della bevanda, somministrando potassio, per ristabilire un minimo di
equilibrio ed eliminare i disturbi. Le ragazze sembra siano le più colpite: per le bevitrici abituali di Coca cola, la possibilità di contrarre fratture si alza da 3 a 5 volte rispetto alla norma. Inutile dire quanto possa essere pericolosa per le persone affette da osteoporosi! I minerali sottratti a causa dell’acidosi creano una debolezza alle ossa e ai denti con perdita significativa di densità ossea. Questo è un dato di fatto, ma non il peggiore: la slatentizzazione di cui parlavo prima è causata dalla forte acidosi persistente: i globuli rossi, in presenza di acidosi, fanno fatica a passare nei capillari, portando meno ossigeno. Il sangue iperacido affatica il cuore ostacolando la circolazione e come conseguenza la pressione arteriosa si alza provocando ipertensione. L’acidosi del sangue può ovviamente essere contrastata bevendo acqua alcalina e questa è una buona notizia; la notizia cattiva è che, per contrastare l’acidosi provocata da un bicchiere di Coca cola bisognerebbe bere circa 32 bicchieri d’acqua!

Cosa succede subito dopo aver bevuto un bicchiere di Coca cola?

  • Nei primi 10 minuti una quantità pari a 10 cucchiaini di zucchero colpisce le pareti del nostro stomaco. Questa quantità è pari o superiore alla dose giornaliera di zuccheri raccomandati. L’unico motivo per cui non vomitiamo è per la quantità di acido fosforico che “taglia” e affievolisce il sapore eccessivamente dolce.
  • Entro i primi 20 minuti la quantità di zucchero va a stimolare l’incremento di insulina con conseguente formazione di grasso endogeno da parte del fegato.
  • Entro i primi 40 minuti la caffeina viene assorbita, con tutti gli effetti di dipendenza da adrenergici (una strizzata alle ghiandole surrenali), le pupille si dilatano, la pressione del sangue aumenta e aumentano gli zuccheri nel sangue.
  • Entro i primi 45 minuti aumenta la produzione di dopamina, ormone del piacere, con un effetto simile agli effetti di eroina e cocaina.
  • Entro i primi 60 minuti si ha un crollo degli zuccheri in circolo: si attiva il senso di fame e si può andare in ipotensione da carenza di zuccheri nel sangue. Le dosi di zucchero e caffeina ritenute pericolose, sono pari ad una quantità che varia dai 2 litri ai 10 litri al giorno.

Provate ancora felicità a bere la Coca cola?

Perché la Coca cola fa male?
Tags:                     

53 pensieri su “Perché la Coca cola fa male?

  • 23 luglio 2013 alle 10:07
    Permalink

    Buongiorno Daniela,
    con molto interesse ho letto questo articolo e gentilmente vorrei un suo parere:
    è possibile che la comparsa di uveite (infiammazione dell’uvea), ben tre episodi da luglio dello scorso anno, mi si sia scatenata dall’uso giornaliero di coca-cola? (due lattine al giorno)?
    La ringrazio fin d’ora per volermi rispondere.
    Buona giornata, Cinzia

    Rispondi
  • 23 luglio 2013 alle 12:34
    Permalink

    Cara Cinzia, certo l’assunzione di coca cola in modo sistematico e giornaliero non predispone bene il tuo organismo a combattere le aggressioni di microrganismi che possono essere alla base della tua infiammazione. Tre episodi di uveite mi fanno pensare che non si tratta di un problema traumatico ma ad episodi che si stanno cronicizzando. Come ben saprai le cause dell’uveite cronica possono essere molteplici. Esse possono essere la conseguenza di un’infezione virale (ad esempio herpes simplex e zoster, virus della parotite, ecc.), di un’infezione fungina (ad esempio istoplasmosi), di un’infestazione da parassiti (ad esempio toxoplasmosi). In molti casi però la causa rimane sconosciuta.
    Possono essere anche la conseguenza di una malattia interessante inizialmente sedi differenti dall’occhio (come un’artrite) o essere successiva ad un trauma oculare. Talora può insorgere la cosidetta uveite simpatica: si tratta di un processo infiammatorio che colpisce l’occhio sano (per “simpatia”) quando l’altro occhio è interessato da un grave processo infiammatorio.Ora, non so qual’è il tuo caso, ma certamente se fossi in te, sospenderei l’uso di coca cola, anche se due lattine non è tantissimo, ma due al giorno…..cercando di alcalinizzare l’organismo aiutandoti con la dieta ( mangia cibi che aiutino a ripristinare l’equilibrio acido-base), e magari con l’assunzione di un po’ di bicarbonato due-tre volte a dì ( un cucchiaino in un po’ d’acqua). Ti lascio però , con una piccola riflessione: percaso, nella tua vita, in questo momento, hai difficoltà ad accettare qualcosa che vedi, o non vedi più? hai ” visto” qualcosa che ti ha mandato in collera? pensaci e datti una risposta. Spesso, anzi quasi sempre, dietro un sintomo c’è un conflitto da risolvere. Ti abbraccio.

    Rispondi
  • 25 ottobre 2013 alle 22:56
    Permalink

    La pepsi mi fa venire a volte mal di stomaco. Credo che quello che avete descritto sia molto vero

    Rispondi
  • 29 novembre 2013 alle 23:40
    Permalink

    E se invece si beve coca cola zero o light?

    Rispondi
    • 30 novembre 2013 alle 12:48
      Permalink

      Cara Maria, dipende sempre dalla quantità. Le coca light e zero contengono dolcificanti a base di aspartame, e per dolcificare la coca a sufficienza le dosi non sono poi così basse. Sappiamo tuttavia che, anche se sono a basso contenuto calorico, l’aspartame viene trasformato a livello epatico in formaldeide, una sostanza altamente tossica e cancerogena. La quantità di aspartame che possiamo metabolizzare senza danni è di circa 40 mg al giorno, pari a due lattine di coca light , senza contare che è contenuto anche in molti dolciumi, yogurt light e altri prodotti similari. In merito alla pericolosità dell’aspartame ci sono molti studi medici controversi, anche se prevalgono quelli che ne sostengono la pericolosità. Sinceramente nel dubbio, io mi asterrei dallo scegliere prodotti che contengano aspartame. Tenga presente che l’uso dei prodotti light è altamente sconsigliato nella dieta dei bambini.

      Rispondi
    • 29 maggio 2016 alle 20:14
      Permalink

      Mio figlio che ha 26 anni e non ha mai avuto problemi nel bere Cocacola, oggi dopo il suo solito pisolino domenicale dopo pranzo nel bere un bicchiere di Cocacola fredda è svenuto per circa 5 secondi perché mi ha detto che non riusciva a respirare……poi si è ripreso ma credo che non vorrà più bere Cocacola…

      Rispondi
  • 18 dicembre 2013 alle 11:59
    Permalink

    buongiorno, mio figlio che ha 8 anni, soffre di rinite di allergica, ma non per questo sono dovuta correre al pronto soccorso. Dopo tre volte l’assunzione di coca cola in dei compleanni (perchè a casa non ne consumiamo) mio figlio tutte e tre le volte è stato ricoverato d’urgenza in ospedale e trattenute sempre per una settimana (ultimo a giugno) per crisi asmatica grave. Quando ai medici ho detto la connessione con questa chiamiamola casualità, si sono messi a ridere e per poco mi prendevano per pazza. Ora mi chiedo si tratta veramente di casualità, o di qualche reazione allergica che ha avuto mio figlio per l’assunzione di questa bevanda? Anche alle prove allergologiche alimentari non è risultato allergico a nessun alimento, a quelle respiratorie: agli acari della polvere, fioritura alberi di ulivo e all’epitelio del cane. La ringrazio.

    Rispondi
    • 20 gennaio 2014 alle 10:05
      Permalink

      Cara Francesca, se i medici non prendono in considerazione queste coincidenze, allora non abbiamo speranze….personalmente bisognerebbe sempre tener conto del monitoraggio di una madre, soprattutto attenta come lei…se ha notato questo, per ben tre volte, allora non è più una coincidenza, ma un fatto evidente e una connessione ci deve pur essere. Suo figlio beve normalmente caffè? Nella coca e nella pepsi è contenuta caffeina, ma in realtà ci sono molte sostanze in queste bevande, tra cui alcune non ben identificate, che potrebbero aver scatenato la crisi allergica. Nel dubbio mi asterrei per il futuro dal fare assumere a suo figlio questo tipo di bevande, in modo da verificare se effettivamente le crisi sono legate a questo o eventualmente ad altro. Certo l’allergia agli acari può manifestarsi in qualunque momento, ma è strano che le crisi si siano verificate sempre, come lei afferma, in concomitanza con l’assunzione di queste bevande. Stia in guardia, e si munisca per precauzione sempre di un po’ di cortisone da somministrare per pronto soccorso se il bambino dovesse avere una crisi, in modo da avere il tempo di recarsi al pronto soccorso. Se ha fatto le prove alimentari non dovrebbero esserci altri alimenti scatenanti le crisi, quindi, andando per esclusione, mi meraviglio che i medici abbiano sottovalutato…ma in proposito ormai non mi stupisco più di niente….la superficialità medica ormai impera, e ascolto spesso episodi ben più gravi di questo. Mi scusi per il ritardo della risposta. L’abbraccio forte.

      Rispondi
      • 19 marzo 2014 alle 12:39
        Permalink

        Salve Daniela la ringrazio tantissimo per la sua risposta, mi ha in qualche modo rincuorato. Mio figlio non ha mai assunto o assume bevande contenenti caffeina. Comunque l’aggiorno sullo stato di salute di mio figlio. Dall’ultimo ricovero giugno 2013 per crisi asmatica bronchiale grave (dall’ultima assunzione della coca cola) ad oggi, senza assumere nessun tipo di antistaminico e robe varie e in pieno periodo di allergie a causa di pollini ecc. mio figlio non ha mai avuto né un episodio di asma, né una minima difficoltà respiratoria. E questo penso basti per avvalorare la mia ipotesi che non si tratta di casualità. La ringrazio nuovamente cordiali saluti.

        Rispondi
  • 21 gennaio 2014 alle 13:21
    Permalink

    Salve, grazie davvero per questi informazioni utilissimi..
    Oggi come faccio una settimana mi sono comprato la coca cola da 1½ e consumandolo adesso mi sono chiesto se la consumazione regolare di qst bibitai facesse male o meno.. È da tanto che sento parlare dei pericoli che causano alla salute ma a volte nn posso fare a meno di bere anche solo un bicchiere.. Mi inquieta il fatto che tale bibita contiene sostanze altamente cancerogena.. Da ora in poi cercherò di consumare meno..
    Anche perché mi son accorto che se lo bevo prima di coricarmi, non riescoa dormire.lo stesso sintomo che ho quando piglio un energy drink come monster…

    Ciao e grazie

    Rispondi
    • 27 febbraio 2014 alle 15:47
      Permalink

      Caro Jared, un bicchiere ogni tanto, non la ucciderà, ma la regolarità non gliela consiglio. In più la caffeina contenuta può indurre insonnia in chi la metabolizza lentamente. Si, ne consumi meno, sarà tutta salute, glielo assicuro!! Un abbraccio.

      Rispondi
  • 21 febbraio 2014 alle 06:06
    Permalink

    Salve, ho letto l’articolo e mi sto preoccupando. Io bevo coca cola da sempre, non bevo mai acqua solo raramente quando mi costringono. Ne bevo davvero tsntissima, tanto che di notte la porto in camera per bere.
    Se a casa manca la coca cola vado in crisi, mi dispero. Da un paio d’anni sono sempre molto stanca, debole, non ho energia e vorrei sempre dormire. Di notte però ho l’insonnia e non riesco a dormire praticamente dormo di giorno, ho frequenti mal di testa, tachicardia, mi sento molto gonfia, e sono andata a finire in ospedale perche avevo dolore al lato destro della schiena in basso, vomitavo, mal di pancia. Mi hanno detto di bere acqua e non fumare. Ma non riesco a lasciare.la coca cola è più forte di me. Pensi che i miei sintomi siano colpa della coca cola? Come posso fare per smettere di berla?

    Rispondi
    • 27 febbraio 2014 alle 15:31
      Permalink

      Gentile Naty, le sembra naturale bere Coca cola invece dell’acqua? Lei così ha alterato tutto il suo sistema biologico che si sta ribellando per tentare di ristabilire l’equilibrio. Il suo corpo è in perenne ACIDOSI, in più lei fuma pure, cosa che aumenta l’acidosi. Il suo pancreas è messo a dura prova, l’osteoporosi è dietro l’angolo, perché queste bevande, acidificando, sottraggono minerali alle sue ossa nel tentativo di diminuire l’acidità del sangue: Lei è già coca cola dipendente, e se non ce la fa da sola, si faccia aiutare, magari con una breve psicoterapia di supporto, anche se penso che se lei ha voglia di stare bene, basta smettere di comprarla e di attaccarsi ad una bella bottiglia di acqua minerale.
      Ha dubbi che i suoi sintomi dipendano dalla coca cola? faccia una cosa: smetta di berla per 2 settimane, e vedrà come si risentirà meglio. Le do un consiglio. Assuma del bicarbonato in un po’ d’acqua almeno un paio di volte al giorno con aggiunta di un po’ di limone fresco spremuto dentro: aiuterà il suo corpo ad alcalinizzarsi e disinfiammarsi. Il suo corpo, debilitato e stanco, gliene sarà grato. Non mi dice quanti anni ha, ma direi dalla lettera che lei è molto giovane.
      Mi chiede come smettere: smetta e basta!! Non le basta quanto è stata male?? Si voglia più bene, e pensi che l’uso improprio di Coca cola porta col tempo gravi problemi metabolici, disfunzioni del sistema endocrino, scheletrico, e formazione di depositi di cellulite: sono riuscita a dissuaderla?

      Rispondi
      • 15 novembre 2015 alle 15:55
        Permalink

        Non sono un dottore , ho 44 anni e bevo coca cola da una vita pranzo e cena e oltre ,non ho nessun sintimo del genere anzi da analisi effettuate ho tutti i valori a posto ,non vorrei allarmare Naty ma i problemi che ha non credo proprio che siano imputabili alla coca cola , io da DOTTORE consiglierei di fare delle analisi ben mirate , saluti

        Rispondi
  • 12 marzo 2014 alle 20:54
    Permalink

    Mi pareva che nell’articolo ci fossero un mare (un oceano) di contraddizioni e anche qualche bella stupidaggine pacchianamente contraria alle nozioni di fisiologia in mio possesso.
    Poi ho letto il parere di un eminente e preclaro professore universitario di fisiologia,pluripubblicato e al di sopra di ogni dubbio,e ne ho avuto la conferma:

    http://www.nonsolofitness.it/editoriali/devastanti-effetti-della-coca-cola.html#top

    Spero davvero che molte delle vittime inconsapevoli di questo “articolo” possano leggerlo e tranquillizzarsi:
    la coca cola non fa bene ma nemmeno male;
    e le controindicazioni possono derivare solo da abusi,alla stessa stregua di un abuso di pasta o di carne,e comunque sono molto lontane dalle conclusioni apocalittiche inverosimili e assolutamente non corroborate dalla scienza,che sono elencate in questo “articolo”.

    Rispondi
  • 13 marzo 2014 alle 20:06
    Permalink

    BUFALA!
    Cara Daniela Del Noce, quanto l’hanno pagata per fare disinformazione così spudoratamente? Persino uno studente con scarse basi di chimica e biologia riuscirebbe a cogliere le scemenze da lei argomentate di sopra. Ora le smonterò tutto quanto. Innanzitutto lei parla di una quantità eccessiva di carboidrati, “superiore alla dose giornaliera raccomandata”, a detta sua; tuttavia, una normale lattina di coca cola da 330ml contiene circa 30g di zuccheri, mentre la dose giornaliera consigliata è di ben 270g totali (su una dieta di 2000kcal). In secondo luogo lei sostiene che all’attivazione dell’insulina, secreta dal pancreas, consegua un inutilizzo degli zuccheri ingeriti per poi essere immagazzinati sotto forma di grasso. Nulla da dire che l’insulina sia deputata allo stoccaggio del grasso, ma è anche vero che senza l’insulina i carboidrati non possono essere utilizzati a finalità energetiche. Perchè, dunque, non dovremmo essere in grado di utilizzare gli zuccheri contenuti nella coca-cola? Mistero. C’è poi qualcos’altro che non torna. Lei sostiene che la coca cola non aiuta la digestione, ma la ostacola in quanto bevanda a ph acido. Ma scusi, la digestione nello stomaco avviene proprio in un ambiente acido: i succhi gastrici sono infatti costituiti da acido cloridrico (fortemente acido) unito a proteasi e altri enzimi che non ostacolano in alcun modo l’azione emulsionante della bile (che, tra l’altro, riguarda i lipidi). Inoltre il suo legame fra l’acidità della coca cola e l’acidosi è totalmente fuori luogo e le spiego il perché. L’acidosi è una patologia che consiste nell’aumento della concentrazione di ioni d’idrogeno in un tessuto o fluido che può avere diverse cause: un accumulo di chetoni dovuto al diabete, problemi respiratori, farmaci, accumulo di acido lattico o insufficienza renale. Son queste le principali cause dell’acidosi e solamente un’assunzione smodata di sostanze a ph acido può favorire parzialmente l’insorgenza di tale patologia, cosa che non può fare un’assunzione, per quanto regolare, di coca cola e tanto meno un singolo bicchiere, come afferma lei di sopra: “per contrastare l’acidosi provocata da un bicchiere di Coca cola bisognerebbe bere circa 32 bicchieri d’acqua!”, altra scemenza. Per arrivare dunque alla condizione di contrarre tale patologia e alla conseguente demineralizzazione dell’organismo (che determina debolezza ossea) bisognerebbe assumere dosi massicce di coca cola, a cui si deve aggiungere tra l’altro una dieta squilibrata. La cosa non è semplice come la vuole far passare lei. Inoltre questa frase non è chiara, oltre ad essere sgrammaticata: “Le dosi di zucchero e caffeina ritenute pericolose, sono pari ad una quantità che varia dai 2 litri ai 10 litri al giorno.”. Se qui sta enunciando quali siano le dosi pericolose di queste sostanze per il nostro organismo le unità di misura sono incomprensibili (litri di cosa?), se invece sta affermando che la coca cola contiene quantità di zucchero e caffeina pericolose è comunque una scemenza: per lo zucchero l’ho già spiegato, per quanto riguarda la caffeina invece è bene che tenga presente che una lattina di coca cola contiene metà della dose di caffeina di un espresso (40mg su 80mg del caffè, con una tollerabilità per l’uomo di circa 1000mg/giorno). In ultima analisi la stimolazione della dopamina è un effetto determinato anche da un orgasmo e ha solamente effetti positivi per il nostro organismo, quindi è inutile citare droghe che sortiscano lo stesso effetto, in quanto il danno da esse provocato esula totalmente dalla loro funzione dopaminergica. Detto questo, invito i frequentatori di questo sito di diffidare da tutte le notizie qui presenti, in quanto prive di fonti e di fondamento scientifico: un chiaro esempio di malainformazione.

    Rispondi
    • 12 giugno 2014 alle 18:57
      Permalink

      Grazie, meno male che c’è ancora qualcuno che ragiona. Nell’articolo sono scritte così tante boiate che volevo piangere. Di sicuro non è una bevanda sana, ma almeno si spieghi perché, senza creare inutili allarmismi.

      Rispondi
  • 14 marzo 2014 alle 16:15
    Permalink

    Buongiorno,
    cortesemente può indicare la fonte? E se materiale di sua creazione, posso chiederle quali sono stati i test che avvalorano tutti i suoi punti?
    Sono un consumatore piuttosto moderato di bevande gassate, son vegetariano e come filosofia di vita prediligo alimenti “naturali”, però mi piace anche trovare riscontri scientifici, specie in rete.
    Grazie
    Ale

    Rispondi
    • 18 marzo 2014 alle 21:29
      Permalink

      Niente fonti, niente test, semplice malainformazione!

      Rispondi
  • 21 marzo 2014 alle 16:38
    Permalink

    Carissimi,
    la fonte è citata nell’articolo. E’ uno studio svolto all’Università di Harvard, da Grace Whyshak e pubblicato su una illustre rivista scientifica che cito nel post. Certo non è farina del mio sacco, ma ho semplicemente riportato lo studio, confrontandolo con la mia esperienza. Ho riscontrato che i forti bevitori di coca cola, avevano tutti molti problemi di salute, pur essendo in giovane età, senza contare che ho riscontrato nei maschi forti bevitori di coca, anche formazioni di grasso in zone di elezione puramente femminile, grasso che è diminuito dopo la sospensione di cocacola. Se trova sul web troverà lo studio. Mi hanno accusato di prendere soldi per disinformare, ma io riporto semplicemente studi svolti in prestigiose Università che hanno sicuramente grande valore scientifico. E’ più probabile che prendano mazzette quelli che scrivono tesi a favore di questa bevanda prodotta da una grande multinazionale, che i suoi detrattori. Non è una posizione comoda, sia la mia che di altri, voler sottolineare come molti prodotti in commercio che rappresentano un forte business, siano non proprio confacenti alla nostra fisiologia, certo non alimenti naturali e salutari!! Certo il nostro corpo si adatta a tutto, ma il punto è non esagerare con sostanze che vogliono far credere siano totalmente innocue. Una cosa è un bicchiere ogni tanto, altra storia è abusare, come fanno molti, e poi non comprendere come mai si hanno problemi. La verità è che molti meccanismi li conosciamo, ma non tutti, anche se molti hanno la presunzione di aver capito tutto. Peccato che la medicina brancoli nel buio per patologie banali….però si pretende di aver capito perfettamente come la Coca-cola agisca nell’organismo. Io non la trovo una bevanda consigliabile, fermo restando che ognuno è libero di scegliere di berne quanta ne vuole, e senza contare che da forte dipendenza, e come tutte le bevande che danno dipendenza bisogna andarci cauti. Quindi se qualcuno non è d’accordo su quello che ho scritto, se la prenda con i medici di Harvard che hanno fatto uno studio approfondito, e non con me. Senza contare che sul web ci sono più articoli contro l’uso di coca cola che articoli che ne esaltino le qualità. Naturalmente come per tutte le cose è importante il buon senso. Un bicchiere di Coca-cola ogni tanto, è un conto, bevuta in eccesso, o addirittura al posto dell’acqua, crea sicuramente dei problemi.

    Rispondi
      • 16 giugno 2014 alle 22:22
        Permalink

        Tutti sanno che la Coca- cola fa male.. ma le multinazionali per carità non si toccano -.- che schifo…

        Rispondi
        • 23 luglio 2014 alle 18:15
          Permalink

          Per favore, cara Fabiana, parli per se e mi tolga dal suo folle conteggio (i.e. scriva tutti – 1)

          Rispondi
      • 23 luglio 2014 alle 18:10
        Permalink

        Cara “signora”, gli articoli da lei citati, nella speranza che nessuno li legga o che non li capisca perché in inglese dicono solo una cosa che NULLA ha a che vedere con le sue farneticanti affermazioni. Gli articoli associano il consumo di bevande zuccherate (tutte quante ANCHE il succo di frutta!!) ad aumento di pressione ed obesità. Un’evidente banalità in una società, quella america, di obesi.
        I suoi luoghi comuni denunciano un’ignoranza da caccia alle streghe: siccome NON capisce una cosa allora la stigmatizza e la demonizza.

        Afferma candidamente di avere riscontrato questo e quello nella sua esperienza quotidiana e NON sa che le osservazioni e gli studi si fanno secondo delle regole precise, non parlando tra comari al parco. Se le dico doppio cieco, lei pensa ad una persona poco vedente non ad una modalità per realizzare un o studio scientifico.

        Dice che riporta studi di prestigiose università ma l’università è una sola e dice un’altra cosa.

        Dice che il business (quale?) porta in commercio alimenti non confacenti alla nostra fisiologia (cosa vuol dire?) e certamente non salutari e naturali. Lo sa che un terremoto è naturale? Le bevande gassate sono sostanzialmente acqua e zucchero (glucosio, non qualche strana sostanza che lei non cita perché NON sa cosa dire). Si appoggia a frasi banali come “non bisogna eccedere” che si applicano a QUALUNQUE sostanza, anche l’acqua. Faccia bere 2 litri al giorni di spremuta d’arancia a suo figlio e poi vediamo se diventa prima obeso o gli viene il diabete.

        La verità, dice lei, è che molti meccanismi non li comprendiamo: parli per se e rimanga pure ignorante se le fa piacere. Io li capisco e quando non so mi rivolgo a chi sa non ad altri farneticanti siti internet.
        Dice che internet è pieno di siti che parlano male di coca cola:quindi è il numero dei siti che fa la differenza? in un mese possiamo creare migliaia di siti che affermano che il sole è verde e noi le vediamo giallo perché siamo avvelenati tramite raggi protonici che escono dal televisore poiché sono costruiti con rifiuti tossici, cosi che che gente come lei vada in piazza a protestare contro le televisioni e le multinazionali che li producono.

        Se lei crede di avere ragione si comporti in modo serio e vada domani mattina in tribunale a fare una denuncia, altrimenti STIA ZITTA perchè le sue affermazioni (e non la coca cola) sono pericolose.

        Rispondi
        • 12 agosto 2014 alle 13:50
          Permalink

          Caro “signor” Mauro, perché non lo scrive lei un bell’articolo sui pregi e sui benefici della Coca-cola? Sarei molto curiosa di leggere tutti i prodigi della Coca-cola sull’organismo. Ma temo che lei sia male informato (oppure lavora per la Coca-cola). Ciò che è scritto in questo post è suffragato da studi e da una miriade di medici che constatano tutti i giorni i danni provocati da questa “deliziosa” bevanda. Ma se non le piace il blog non se lo legga, nessuno la obbliga. E se vuole bere la Coca-cola, beva la Coca-cola, nessuno glielo vieta.
          La medicina ufficiale è colma di studi fasulli su farmaci e quant’altro e lei mi dice di protestare contro le multinazionali? Questo è l’unico paese dove si vendono ancora farmaci tossici e pericolosi, figuriamoci se qualcuno oserebbe protestare contro una bevanda così commercializzata.
          Per quanto riguarda le sue affermazioni offensive e fuori luogo, inoltre non farò commenti: è stato maleducato e chi legge se ne accorge da solo.

          Rispondi
          • 17 ottobre 2015 alle 08:52
            Permalink

            Mi chiedo: ma perché tutti questi saccenti non riescono a esporre le loro idee con educazione, attaccando invece di spiegare con chiarezza e serenità.. Ho la sensazione che la coca cola acidifichi anche il cervello e distrugga il buon senso, l’eccesso di zuccheri produca stati d’ira costanti e faccia perdere l’equilibrio emotivo. Altro che studi a favore o contro la coca cola..basta vedere il modo di esprimersi delle persone per capire quali sono i danni.. Chiedo perdono, ma anche se fossero ORO le opinioni espresse con arroganza e maleducazione non riesco proprio a leggerle…peccato, adesso sarei sicuramente più istruita.

        • 29 aprile 2016 alle 04:26
          Permalink

          stai fuori di testa, sei quà a pubblicizzare coca cola, a dire che non fa bene, che è come una spremuta d’arancia.. ma si strunz??ma te o hai seri problemi mentali oppure lavori per coca cola.. tra l’altro ti smerdi pure da solo citando l’america di obesi , e secondo te perchè sono obesi?? sarà per la spremuta d’arancia .. o per la tua fott*** coca cola ?? oltre ovviamente ai vari fast food che comunque promuovono coca cola… te lo dico io che in australia lavoravo con gente che beveva una lattina alle 6, una alle 8, una alle 12 , e una alle 17, e poi forse anche dopo per i fatti loro,,va bè uno pesava 200 kg e poteva stare solo sul muletto, gli altri invece non avevano neanche un dente oltre a cellulite e pelle molto rovinata

          Rispondi
  • 1 luglio 2014 alle 15:41
    Permalink

    Ciao Daniela,
    Mi chiamo Luca e ho 16 anni io di coca cola ne bevo davvero tanta però faccio calcio anche da ormai 10 anni e quindi il problema di ingrassare o l’aumento delle maniglie dell’amore non ne ho avuti almeno per adesso però il punto è che da 1 settimana a questa parte mi è capitato di riscontrare dei problemi intercostali al livello degli addominali non permettendomi così di continuare lo sforzo fisico come la corsa o una partita stessa di calcio può essere causata dalla Coca Cola??
    Ciao Luca!

    Rispondi
    • 3 luglio 2014 alle 10:09
      Permalink

      Caro Luca, c’è un modo molto semplice per verificare se la Coca-cola può essere la causa o una con-causa del problema che accusi. E’ chiaro che c’è una infiammazione locale al livello del plesso solare. La cosa più semplice da fare è sospendere o diminuire (ma io andrei a eliminare, almeno per un po’) l’introito giornaliero di Coca-cola. Tieni presente che dopo lo sport o la palestra il corpo va in acidosi, soprattutto i muscoli e la Coca-cola aumenta l’acidità, quindi incentiva uno stato infiammatorio. Il tuo corpo ti sta chiedendo di cambiare qualcosa, perché non ce la fa più ad allenarsi come prima. Un piccolo consiglio: leva da mezzo la Coca-cola, e riduci un po’ l’allenamento, per dare ai muscoli e a tutto l’organismo il tempo di rigenerarsi. Assumi acqua con bicarbonato e limone per alcalinizzare le cellule. Se la situazione non migliora, dovrai fare una serie di accertamenti poiché questo genere di algie può essere dovuto a cause diverse, sia problemi articolari, posturali, discopatie, sia problemi legati agli organi interni. In tutti questi casi, l’assunzione di Coca-cola non aiuta, perché l’acidosi prolungata porta infiammazione cronica dell’organismo e quindi più facilmente predisposizione alle malattie. Fammi sapere come va. Un saluto.

      Rispondi
  • 2 agosto 2014 alle 10:23
    Permalink

    Buongiorno, io sono pienamente convinta che la coca cola faccia male però credo che qui il discorso sia stato estremizzato e lo ritengo un effetto controproducente perchè una persona che legge un articolo convincente e alla fine vede una grande esagerazione l’istinto è quello di dire “si vabbè dai…” … mi spiego… “effetti simili ad eroina e cocaina…” la cocaina è un eccitante mentre l’eroina è una droga rilassante tanto che a volte vengono usate insieme perchè l’eroina diminuisce l’effetto eccitante della cocaina e viceversa la cocaina diminuisce l’effetto down dell’eroina. Essendo due cose opposte non riesco a capire come la coca cola possa dare un effetto dimile a entramne, poi comunque stiamo parlando di droghe, per quanto male faccia la coca cola, io resterei con i piedi un po’ più per terra. Peccato perchè il resto dell’articolo mi pareva anche fatto bene.
    Questa è chiaramente solo una mia opinione con il consiglio di non esagerare dato che la caratteristica di un articolo dovrebbe essere solo informare e non essere di parte, secondo me non bisogna farsi prendere dal discorso in modo personale altrimenti poi si tende a renderlo meno credibile. Questo è solo un mio appunto. Grazie della possibilità di confronto.

    Rispondi
    • 12 agosto 2014 alle 14:10
      Permalink

      Gentile Valentina, io non ho detto che la cocacola è come l’eroina o la cocaina, ma solo che da dipendenza, e come tale agisce sulla dopamina, tant’è che ci sono molte persone che la bevono al posto dell’acqua perchè non riescono più a farne a meno. Lei crede che sostituire la Cola all’acqua possa avere anche il minimo beneficio per l’organismo? Io non voglio essere allarmista, ma di fatto l’assunzione costante e giornaliera non è come bere succo d’arancia tutti i giorni, come pretende di farci credere il tuttologo “signor” Mauro. Io non sono di parte, ma quale parte? Sono di parte quelli che prendono le mazzette per promuovere studi falsi per le case farmaceutiche e le multinazionali. Quelli sono di parte. Come ho già detto e ripetuto, il buon senso deve guidarci, non solo per queste bevande ma per tutto ciò che è industrializzato e manipolato. Certo è che questa bevanda deve essere molto usata dato il numero impressionante di commenti che hanno seguito questo articolo. Nessuno (o comunque in pochi) si preoccupa di tutti i cibi spazzatura che ci propinano, ma sono tutti preoccupati di non poter bere litri di Coca-cola. Io ho detto la mia, poi ognuno è libero di fare ciò che crede e di assumersene la responsabilità. Un cordiale saluto.

      Rispondi
  • 12 agosto 2014 alle 15:22
    Permalink

    Colgo l’occasione per linkare alcuni video e notizie correlate

    VIDEO – Prof. Berrino a Le Invasioni Barbarica parla di junk food: https://www.youtube.com/watch?v=ms0oTzWXNtg

    L’India tassa il consumo di Coca Cola per tutelare la salute pubblica: http://ambientebio.it/lindia-tassa-il-consumo-di-coca-cola-per-tutelare-la-salute-pubblica/

    VIDEO – Come la Coca-cola corrode i denti https://www.youtube.com/watch?v=sg8Fn7N35-w

    Rispondi
  • 18 agosto 2014 alle 15:36
    Permalink

    Cara Daniela, grazie per aver messo nel blog una pagina tanto importante.. d’ora in poi ridurrò il consumo di questa bevanda !! :) .. Cordiali Saluti

    Rispondi
  • 27 agosto 2014 alle 01:25
    Permalink

    Io bevo coca cola dalla mattina alla sera !!! E la uso anche come bevanda come colazione!!! Sono 20 anni che la bevo e sto da Dio

    Rispondi
    • 16 settembre 2014 alle 10:28
      Permalink

      Caro Filippo, se le piace bere Coca-cola, se la beva pure…forse, chissà, a lei fa pure bene….sarà l’eccezione che conferma la regola…non so quanti anni abbia, ma i conti si fanno sempre alla fine…le faccio tanti auguri.

      Rispondi
  • 31 agosto 2014 alle 08:32
    Permalink

    Un mio amico mi ha mandato la url dі questo blog e sono passato a vedere com’è.
    Mi piace enormemente. L’ho aggiսnto tra i preferiti.

    Rispondi
  • 10 settembre 2014 alle 11:43
    Permalink

    salve, soffro di ernia iatale con relativo blocco del bolo nell’esofago. L’unica soluzione ad oggi consiste nell’avere vicino la cocacola (autentico salvavita per me) in quanto la sola soluzione in grado di evitarmi il soffocamento. probabilmente avrò una stenosi dell’esofago, devo fare controlli con radiografie al bario ma ne ho un po’ timore, detto questo credo che estremizzare ogni cosa non sia corretto. Anche i flavonoidi (usati pochi gg fa per un problema) possono creare fastidi (ho dovuto sospenderli), tutto è soggettivo

    Rispondi
    • 16 settembre 2014 alle 10:37
      Permalink

      Caro Luca, evitare di fare accertamenti non le risolverà il problema. La coca cola può essere un palliativo che le riduce la sintomatologia, ma non può rappresentare la soluzione al suo problema, non le pare? Non abbia timore di capire di che si tratta, poiché solo così potrà davvero arrivare ad una risoluzione del problema, senza diventare schiavo della Coca-cola. Anche questa è una dipendenza. Certo, ogni sostanza può dar fastidio, ognuno di noi è diverso, fermo restando che alcune sostanze sono già di per sé nocive. Le faccio l’esempio dell’Aloe, che per molti è un toccasana, ma può anche divenire tossico. Dipende dall’uso che se ne fa, e in che modo viene assunta. Tenga presente che la Coca-cola le da un sollievo immediato, ma la stenosi esofagea si aggrava con l’ingestione di sostanze corrosive, e queste sono contenute nella Coca-cola. Le consiglio di sottoporsi al più presto agli esami, e alle cure del caso. Un abbraccio, e in bocca al lupo.

      Rispondi
  • 11 settembre 2014 alle 15:03
    Permalink

    Io credo a Daniela, la Coca Cola non è salutare per l’organismo e non capisco come mai tanti genitori la facciano bere ai figli (fareste bere a un bambino piccolo 1/2 tazzina di espresso? io no, sinceramente), poi vorrei sapere quali sono gli ingredienti (c’è una lista online? visto che non la acquisto..
    Nei negozzi biologici esiste questa http://www.ecor.it/it/prodotti/confezionati/bevande/bibite/cola/24860 gli ingredienti mi sembrano abbastanza innoqui a parte gli aromi naturali (che dopo aver letto Fast Food Nation in realtà guardo con un po’ di sospetto perchè di natrale non hanno nulla)

    Comunque in sintesi basta guardare come stanno messi gli americani ad obesità, che sono i maggiori bevitori di Coca Cola del Pianeta: malissimo!!

    Ci sono tante bevande buone che si possono bere oltre all’acqua, io mi sono comperata un estrattore e mi faccio i succi di frutta e verdura, nulla da invidiare alla Coca.

    Saluti.

    Rispondi
    • 16 settembre 2014 alle 13:05
      Permalink

      Brava Martina: i frullati di verdure sono utili anche per chelare i metalli pesanti….grazie per il tuo contributo, un abbraccio.

      Rispondi
  • 14 settembre 2015 alle 23:58
    Permalink

    Salve Daniela,
    In famiglia consumiamo coca cola ogni domenica, pensa che sia troppo?

    Rispondi
  • 10 novembre 2015 alle 23:27
    Permalink

    La cocacola se si beve 2 3 bottiglie al giorno un uomo può diventare sterile? O problemi che dipendono la non capacità di non far figli presto?

    Rispondi
  • 10 novembre 2015 alle 23:27
    Permalink

    La cocacola se si beve 2 3 bottiglie al giorno un uomo può diventare sterile? O problemi che dipendono la non capacità di non far figli presto?

    Rispondi
  • 25 novembre 2015 alle 03:10
    Permalink

    Le multinazionali e i banchieri, guidate dalla lobby ebraica sionista, si sono messe in testa l’obbiettivo di depopolare il pianeta, riducendo la popolazione mondiale a meno di 500 milioni di persone, schiavitù del dsbito di ciò che tu stesso hai guadagnato, CON L’EURO, che con le sue POLITICHE DITTATORIALI DELL’EURO-DEBITO : , ALTRO NON SONO CHE “LEGGI”-RAPINA ! … “LEGGI” RATIFICATE DALLE NOSTRE ISTITUZIONI ULTRA-CORROTTE; guerre finanziate da ambo le parti, terrorismo auto-finanziato, OVUNQUE NEL MONDO, DAL 1915 CONTINUAMENTE, FINO AD OGGI; cibi e acqua avvelenati, medicine e vaccini cancerogeni e infettivi !

    Ormai nei supermercati e nei fast-food non si trova altro che cibo mezzo avariato (nei migliori dei casi), e prodotti potenzialmente nocivi in svariatissimi modi negativo per la salute, che piombano lo sviluppo fisico e quasi paralizzano le funzioni dell’organismo, provocado anche demenza e ignoranza a causa fatto che chi produce questi cibi, specie con gli “OGM”: mira esplicitamente a questo scopo, con prodotti velenosi distruttivi, per distruggere le nuove generazioni !

    COMPLICI, LE NOSTRE ISTITUZIONI ULTRA-CORROTTE, COLLABORAZIONISTE DI QUASTI NAZISTI, CHE AUTORIZZANO CONSAPEVOLMENTE QUESTI VELENI, E PARTECIPANO ATTIVAMENTE ANCHE A QUESTO PIANO DI DEPOPOLAZIONE MONDIALE !

    Questi produttori di veleno, VANNO PRESI E LAPIDATI IN PIAZZA !

    Senza compromessi, senza discussioni, senza burocrazia !

    Rispondi
  • 18 febbraio 2016 alle 17:59
    Permalink

    ciao io bevo 2 bicchieri di coca cola al giorno, e non so se è per colpa di questa bevanda ma è un periodo che sono sempre stanca, priva di energie,è colpa della coca cola???

    Rispondi
  • 5 marzo 2016 alle 22:50
    Permalink

    bella stronzata da no global, se non volete bere la coca cola, mangiare carne , bere latte ecc fate come volete ma tanto esiste ed esitera’ sempre, la bevanda più’ buona del mondo non fa male se la si beve con moderazione, intanto e’ curioso che si citi proprio la sprite, appartenente del gruppo coca cola date retta a me non e’ togliendo la coca cola che si eliminano i mali del mondo, e’ togliendo dai forum i ….. come voi che si fa un favore a tutti, specie alle persone intelligenti !

    Rispondi
  • 13 aprile 2016 alle 17:56
    Permalink

    d accordo che i cucchiaini e i bicchieri non hanno tutti la stessa capienza. pero a tavola normalmente si usano da 20cl. e un cucchiaino di zucchero piu o meno son 5g, anche raso. se poi si considera che nessuno riempie i bicchieri fino all orlo in un bicchiere di coca cola ci stanno 3, al massimo 4 cucchiaini di zucchero. 10 mi sembra un esagerazione. so che l articolo e un po vecchio ma ho letto ora ??

    Rispondi
  • 28 aprile 2016 alle 00:01
    Permalink

    Ho letto che dopo aver bevuto la coca-cola non ci si deve spazzolare i denti perchè si raschia via lo smalto per sempre. Perchè nessuno ci ha avvisato in tempo? E chi paga per i danni dei nostri denti oggi?

    Rispondi
  • 6 maggio 2016 alle 18:43
    Permalink

    Credo di aver letto più stronzate in questo articolo demenziale che sull’Unità (il giornale dei comunisti). Dire che la coca cola fa male ovvio che lo fa ma dire tutte queste minchiate è come dire che Rocco Siffredi tiene il pisello piccolo, detto questo secondo me dovrebbero denunciarvi per diffamazione, non è vero che ha tutti questi effetti? Ci sono prove scientifiche? No, avete fatto solo degli studi, ripeto esclusivamente teorici senza alcun cazzo di riscontro pratico quindi non dite stronzate per piacere, se davvero facesse tutte queste cose perchè nel mondo allora solo 1/3 ha il diabete? Secondo le vostre teorie il 99% della popolazione dovrebbe essere affetto da diabete anche solo dopo un singolo bicchiere, quindi smettetela di diffamare un prodotto la quale multinazionale vi può inculare a voi e al vostro sito schierandovi contro 50 avvocati con un schiocco di dita

    Rispondi
  • 15 giugno 2016 alle 09:31
    Permalink

    Buongiorno son Simona da Milano e ho iniziato a bere coca cola per “digerire” qualche anno fa e molto velocemente ne don diventata dipendente psicologicamente e fisicamente e questo mi spaventa molto perche mi chiedo che cosa ci mettono dentro x sviluppare tale dipendenza! Quando ho saputo che in una lattina ci mettono solo sette zollette di zucchero son passata alla Zero ma so bene che l aspartame è uno dei piu forti cancerogeni. Quindi non c è che SMETTERE SUBITO….sarà dura ma bisogna farlo!

    Rispondi
  • 15 giugno 2016 alle 09:38
    Permalink

    Son Simona da Milano per dirvi che io son già dipendente dal cibo e quindi sempre a dieta, ho incominciato a bere la Zero anni fa perché ai tempi era l unica bibita light-oggi ce ne son molte altre. Vorrei avvisare chiunque sia debole sul fronte dipendenze da cibo , caffè, alcool, fumo o altro che colla coca cola rischia di acquisire un altra dipendenza. E non e solo psicologica ve lo assicuro, ci mettono qualkosa che abitua anke il corpo.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Visit Us On FacebookVisit Us On Twitter